venerdì 22 aprile 2011

Pistola spara elastici

Non so se questo sia il secondo di una serie di post dedicati all'uso del cartone per costruire giocattoli... Fatto sta che subito dopo aver realizzato la chitarra di cartone ho costruito una pistola spara elastici. Lo so, è un'arma. Ma io non sono una di quelle mamme che vietano alle armi giocattolo di entrare in casa e giocare con i bimbi.
I bambini hanno mille risorse e tanta immaginazione, usano i rotoli di cartone della carta scottex come spade e le mani come pistole. E sono fermamente convinta che vietare un giocattolo o un oggetto in particolare non faccia che aumentare la curiosità e il desiderio di averlo. 
Con quattro ritagli di cartone a forma di "L" e una molletta per stendere il bucato ho creato due pistole. Ho usato la colla a caldo per fissare uno all'altro i quattro pezzi di cartone, idem per incollare la molletta. 
Per sparare si inserisce l'elastico nella molletta, lo si tende fino ad agganciarlo in fondo alla canna della pistola e poi si preme la molletta per sparare. Topastro è stato avvisato: si spara in basso, sul pavimento, oppure nel mirino che abbiamo disegnato sul foglio di carta. 

9 commenti:

  1. Io preferisco evitare... Credo che se li sparerebbero addosso l'un l'altro gli elastici ;-)

    RispondiElimina
  2. è un'idea bellissima!! magari non per il monello che è ancora piccolino ma per cuginetto è l'ideale!!

    RispondiElimina
  3. Bella idea per un figlio unico! :)
    BUH come minimo la userebbe per tentare di "abbattere" Sorellina!

    RispondiElimina
  4. carina ma con due figli credo sia impossibile farla, Second mi cecherebbe sicuro a First!

    RispondiElimina
  5. Belloooo...una volta un nonno è venuto in classe a costrire con i bimbi giocattoli di un tempo ...sai...l'avvio alla Storia,era una seconda, e tra gli altri c'era anche questo.
    Buona Pasqua carissima, a te e cucciolo.

    RispondiElimina
  6. Un giocattolo costruito con fantasia va sempre benissimo, anche se si tratta di una pistola. Da sempre i bambini giocano a guardie e ladri, indiani e cowboy,... Ascoltavo qualche giorno fa una psichiatra infantile alla radio che spiegava l'importanza dei buoni e cattivi nelle favole. Solo così i bambini imparano ad affrontare le proprie paure per diventare più forti. La pistola fa quindi parte dei giochi di ruolo importanti nel processo di crescita. Sono brutte le imitazioni di armi automatiche reali. La tua pistola invece è perfetta! Buona Pasqua a voi due, con o senza elastici... ;-)

    RispondiElimina
  7. @Stefania, Murasaki e supermamma: non pensavo che tra fratellini ci fosse così tanto amore :-)
    In effetti Topastro è figlio unico e potrebbe sparare solo ai gatti ma non lo fa.
    @Sandra: che bella l'idea del nonno che mostra i giocattoli di una volta! Buona Pasqua a te!
    @Antonella: oggi siamo stati al parco naturale di Cervia e Topastro sparava con un bastoncino... per quanto riguarda le favole sono d'accordo. Io non avevo mai raccontato le favole classiche a Topastro ma poi mi hanno detto la stessa cosa che scrivi tu. Alla scuola materna gliele raccontano prima del riposino e lui le adora. Io pensavo avesse paura dei lupi, dei cattivi, delle persone che muoiono... invece l'effetto è proprio il contrario.

    RispondiElimina
  8. Se monti un a rotella come quella degli ingranaggi dietro alla pistola puoi caricare più colpi...

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.